ENOGASTRONOMIA

ENOGASTRONOMIA

Oltre che per il paesaggio, la Puglia incanta anche per le sue tradizioni culinarie, caratterizzate da prodotti autoctoni, con valorizzazione delle materie prime e per lo più costituita da piatti “poveri”. Fare una cernita di quelli da provare non è cosa semplice, perciò ci limiteremo a segnalarvi quelli da non perdere assolutamente!

 

 

 

 

 

 

 

  • Fave e cicorie

Piatto tipico della tradizione contadina, che le mogli preparavano ai loro mariti per rifocillarsi dopo le dure giornate trascorse nei campi. La preparazione è un po’ lunga, ma le vostre papille gustative ringrazieranno!

Dopo aver ammollato le fave in acqua per almeno 12 ore, sciacquatele e cuocete in una pentola con abbondante acqua e delle foglie d’alloro. Fate cuocere a fuoco lento, chiudendo la pentola con il coperchio, aggiungendo un po’ di sale, per circa 2 ore: man mano che le fave rilasceranno una  schiumetta che va eliminata con la schiumarola.

A parte, sbollentate in acqua salata la cicoria, scolatela e mettetela da parte. Continuate la cottura delle fave, mescolando continuamente, fino a che non avranno la consistenza di un purè.Una volta pronte adagiate la purea di fave nel piatto con a fianco la cicoria e condite con olio extravergine d’oliva. Servite il piatto ben caldo accompagnato con pane o crostini.

 

  • Le bombette

Specialità della Valle d’Itria, che vanta una qualità delle carni invidiabile, le bombette sono involtini di carne di maiale che causano una vera e propria esplosione di gusto. Diffusissimi nella zona macellerie/ristoranti in cui potete scegliere il vostro prodotto preferito che vi verrà cotto al momento!

Per prepararle bastano pochi ingredienti, che possono essere combinati tra loro a seconda dei propri gusti. La ricetta originale prevede di formare degli involtini di capocollo condito con sale e pepe, da farcire eventualmente con pancetta e formaggio, e poi impanati.

 

  • Specialità leccesi: il rustico e il pasticciotto

 

I rustici sono deliziosi dischi croccanti di pasta sfoglia dorata con all’interno un  morbido ripieno di besciamella, pomodoro e mozzarella. Per prepararli basta stendere la pasta sfoglia su un piano infarinato e con un coppapasta ritagliare 4 dischi di 12 cm di diametro e altrettanti di 10 cm. Preparate il ripieno, disponendo sul disco maggiore 2 cucchiai di besciamella, la mozzarella a dadini e un po’ di pomodoro precedentemente salato e condito con un filo d’olio. Sovrapponete i restanti dischi di pasta, unendo i bordi. Una volta spennellati con l’uovo sbattuto,  vanno infornati a 180 °C per 30’.

Il  pasticciotto, secondo i più, è nato dalle sapienti mani dei pasticceri di Galatina,  a pochi chilometri da Lecce, nel 1745. Si tratta di un dolce a base di pasta frolla e crema che può racchiudere un’amarena, che gli conferisce  un sapore unico. Per prepararlo occorre stendere la frolla di un’altezza di 3-4 mm , foderare degli stampini ovali, riempirli con la crema pasticcera e coprire con altra frolla. Spennellate col  tuorlo d’uovo e cuocete in forno a 200° per 25 minuti. Si servono tiepidi, buon appetito!

 

  • Orecchiette con le cime di rapa

Le orecchiette con cime di rapa sono il primo piatto per eccellenza della tradizione culinaria pugliese. Piatto risalente al 1500 in cui i pochi ingredienti autoctoni si uniscono in un connubio perfetto di sapori.

Trattasi di pasta fatto a mano avente la classica forma di un piccolo orecchio, da cui prendono appunto il nome. A nord della Valle d’itria potrete facilmente imbattervi in simpatiche signore che per i vicoli della città le produco a mano, con invidiabile destrezza, consentendovi di assistere al particolare procedimento.

Un piatto tanto buono quanto semplice da preparare!

Mettete a bollire le foglie delle cime di rapa, private del gambo. Mentre cuocete la pasta, scolate le rape e mettetele a soffriggere con le acciughe tritate, uno spicchio d’aglio, olio e peperoncino se lo gradite. Completate con pangrattato tostato e cacio ricotta* stagionato se volete.

 

*il cacioricotta è  un’altra specialità nostrana da provare. Si tratta si una ricotta stagionata, ottima da sola o da utilizzare in alternativa al parmigiano. Potete acquistarla anche come cadeau per i vostri amici e parenti.

Apulia exclusive houses sarà a vostra disposizione nel suggerirvi esercizi commerciali da cui rifornirvi per esaudire ogni vostro desiderio.